Un libro imperdibile

Conscio di saltare di palo in frasca  (è il bello del blog)  propongo oggi un classico fra i classici, che non può mancare nella biblioteca di un appassionato, piccola o grande che sia.  Talmente noto da risultarne superflua la segnalazione ai più, ma …  credo sia  giusto  illustrarlo brevemente a chi inizia ora il suo percorso.

mulas2

Ugo Mulas  La Fotografia.

Riflessioni,  fotografia  vissuta e palpitante, scatti di un mostro sacro in questo libro  a confronto con gli artisti del suo tempo, gli atelier,  le piazze, la Biennale.

Che non si pensi neppure per un attimo di sfogliare un libro di ritratti o di  riproduzioni di opere d’arte.  Qui si entra veramente nel profondo,  le immagini vivono di vita propria,  sono capolavori assoluti.   Chiedo scusa  per la banalità, ma non ricordo un connubio così  felice e produttivo fra  concettualità  ed estetica.  Mulas è stato un gigante, al cui cospetto possiamo solo ammutolire.
Testi  leggeri e comprensibili  (ma scatenanti le domande ultime sul senso di fare fotografia) accompagnano scatti densi, spesso ambigui,  a volte evocativi.  Un percorso  sempre autentico e originale fra bianchi e neri da paura.

mulas44

L’intensità non cala, pagina dopo pagina, anzi  il racconto fotografico avvince a tal punto da far quasi presagire la fine prematura  di quell’esperienza  totale.

La sincerità di Mulas  è disarmante:  quanti “forse”  semina in quei testi,  quante volte ci spiega gli errori passati prima di un approccio più maturo.  Un rincorrersi di dubbi e consapevolezze, intorno al mistero del mezzo fotografico.

Pulizia negli scritti, pulizia nelle fotografie, un inno all’essenzialità, alla sintesi.  Da mettere in libreria e ogni tanto riprendere, per  tergere  gli occhi e la mente.

Concludono il libro le famose verifiche, una manciata di immagini dove l’autore ritorna concettualmente all’origine e si pone le domande prime,  che sempre si lasciano in disparte nella foga di fare e  scattare.

mulas3

Sono stato roboante e fin sopra le righe?    Sappiatemi dire se, dopo averlo gustato, una bella fetta di grandi fotografi non vi  appaiano improvvisamente … minori.    Eh, sì.

Giuseppe Pagano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...