La tragedia invisibile

Tempo di ponti pasquali e per chi se lo può ancora permettere, tempo di viaggi.
A chi si trovasse a passare qualche giorno ad Amsterdam, dopo “l’obbligatoria” visita al Van Gogh Museum, consiglio una visita al FOAM.
In questi giorni espone Richard Mosse, già premiato alla Biennale Arte 2013, con il suo progetto “The Enclave”.
Per chi se lo fosse perso quando era in Italia è un’occasione ghiotta per vedere quest’opera multimediale.
Dico volutamente vedere e non gustarsi, è un pugno nello stomaco, ma va visto….
Qui un link ad un filmato riassuntivo, e qui alcune notizie più complete.

E sempre in tema di invisibilità, come perdersi il lavoro di Kaveh Golestan “The Citadel”? E’ al piano di sotto….
Uno sguardo crudo sul “Red Light District” di Teheran; “Shahr-e No” il quartiere murato, invisibile dunque, al quale l’accesso era permesso solo attraverso un cancello e solamente agli uomini, visto attraverso un B&N che rivela l’umanità di quelle persone.
Qui alcuni dettagli.

E ovviamente qui il link al sito del Foam.

Annunci

Un pensiero su “La tragedia invisibile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...