Finlandia, Norvegia, Svezia

Il web ci porta un rischio: quello di identificare un autore con quella manciata di fotografie,  sempre le stesse,   che ci vengono presentate in continuazione, sia cercando “immagini” su google, sia leggendo gli articoli che troviamo su internet.
Ed esiste un altro rischio: quello di non considerare l’acquisto di qualche volume fotografico perché… lo si ritiene  costoso, e rinunciarvi a priori.

Parliamo per esempio di Gianni Berengo Gardin.
A chi non piacerebbe una copia del capolavoro “Morire di classe”?  Si trova, ma  siamo sui 500 euro.
Esistono alternative:  si può cercare – per esempio – qualche copia usata della stupenda “Venise des saisons”, dal prezzo più abbordabile.

Ma oggi vi segnalo un libro edito dal Touring, che commissionò a GBG diverse monografie sui paesi europei,  poco ricordate – se non di striscio – dalle biografie sul nostro.

Finlandia, Norvegia Svezia è un volume edito nel 1982.  Si trova in rete a pochissimi euro,  quasi a prezzo di bancarella dei fumetti, e vi assicuro che vale la pena acquistarlo.

gbg3

La prefazione è di Lalla Romano, e va letta con calma.  E’ uno scritto breve ma  molto intenso, vissuto, che ci cala direttamente nel fascino del grande nord, fra laghi e  foreste,   leggende  e consuetudini:  non esisterebbe viatico migliore alle immagini di GBG.
Come in altri volumi di questa collana una manciata di fotografie a colori introduce il percorso vero e proprio interamente in bianco e nero.
La grana della pellicola,  gli spazi sconfinati nei quali si scorge qualche rara presenza umana,  la neve sulle biciclette,  la luce dei fiordi, lo sguardo di un giovane lappone:  lo stupore iniziale di Lalla Romano continua in GBG  fotografia dopo fotografia,  in un altalenarsi fra ciò che ci appare lontano, strano, misterioso e tratti di vita cittadina invece più vicini alla nostra quotidianità.  Ma su tutto sembra depositata, come un velo sottile, una patina di malinconia, giusto quel poco che invece di deprimere intriga:  sarà il freddo, sarà la solitudine,  sarà un bianco e nero magistrale ed evocativo.  E  qualche decennio trascorso ci fa quasi temere che nel frattempo qualcosa possa essersi incrinato, civilizzato, e questo accresce  il valore di testimonianza dell’opera.

gbg

Complete ma discrete didascalie affiancano ogni fotografia, ma non disturbano  il volo della visione, anzi radicando geograficamente le immagini  ne accrescono la potenza:  non sono effettacci o ripetizioni di una zona… “buona”,  il fiordo lì è veramente così, e più in là il porto è così, e la città invece è così…  La grandezza dell’autore è  sostenere dall’inizio alla fine un percorso magico ma credibile, sempre sul crinale fra il reportage e l’arte.

Grandi foto, prezzo irrisorio: da prendere.

Giuseppe Pagano

Annunci

6 pensieri su “Finlandia, Norvegia, Svezia

  1. La ringrazio molto di aver scritto questo articolo.
    Le foto proposte mi danno la sensazione di un tempo perduto, di nostalgia, di ricordi lontani.
    Guardandole si entra in quell’atmosfera essenziale, la sensazione del freddo…
    Un girotondo di emoziioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...