Robert Frank a Milano

Nel 1955 la Polizia dell’Arkansas ferma uno personaggio decisamente
sospetto, trasandato  e malvestito. All’interno della sua automobile,
oltre ad appunti scritti in una strana lingua, vengono rinvenute mappe degli USA, una borsa con macchine fotografiche tedesche  ed un’infinita’  di rullini, molti dei quali già impressionati.
Non vi è dubbio, è una spia, viene quindi arrestato e portato in carcere per
essere interrogato. Racconterà, lamentandosi del trattamento ricevuto,
di essere un giovane di nazionalità Svizzera.
“Ho ricevuto una borsa di studio dalla Fondazione John Simon Guggenheim
per documentare fotograficamente la vita degli Americani. ” aggiunge il malcapitato.
Il pericoloso individuo si chiama Robert Frank e per due anni girerà in lungo
ed in largo gli Stati Uniti producendo una serie formidabile di scatti.

 

 

Un CowBoy si accende una sigaretta in piena New York, il gioco in un Casinò,
la povertà nera degli stati nel sud, un Drive In, il congresso dei politici che contano.

 

 

Un documento forte e diretto, scritto per immagini,
uno spaccato forte e diretto dell’America a suo tempo ma,
non molto lontano dall’America di oggi.

 

 

Una mostra da non perdere, dal 30 Novembre 2016 presso la fondazione Forma di Milano.

Info QUI .

Buoni Pensieri Fotografici.

 

Ottavio Colosio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...