A mme mmi piace

Il 29 agosto del 2016 ci lasciava Tommaso Labranca, secondo Wikipedia uno “scrittore, autore televisivo, conduttore radiofonico, editore e intellettuale italiano”.
Chi fosse davvero Labranca ce lo racconta comunque molto meglio Artribune a questo interessante link… e cito: “La cultura dominante: era questo il bersaglio perenne di Tommaso, sempre pronto a smascherarne la superficialità, il conformismo, la vuotezza di idee. Una cultura che si fa posa, moda, accessorio prêt-à-porter per una classe d’intellettuali allergica al cambiamento e alle pericolose e inebrianti altezze del libero pensiero“.

Vicino ai nostri interessi sulla fotografia – più propriamente sul mondo dell’arte contemporanea – ci sarebbe da tuffarsi sul suo ultimo saggio del 2015 “Vraghinaròda. Viaggio allucinante fra creatori, mediatori e fruitori dell’arte“; queste poche righe di oggi tuttavia, a un anno esatto dalla scomparsa dell’autore, sono un invito alla lettura del suo libello “Andy Warhol era un coatto – vivere e capire il trash” (e fra un minuto vi faccio un regalo).

Un mucchietto di pagine scritte con le mani in pasta in quanto accadeva nei ’90 ma facilmente adattabili a quest’ultimo decennio di social, di tonnellate di immagini fotocopia di altre ma che arrivano un filo dopo, fuori sincronia, e con l’approssimazione di chi è rimasto in superficie.

Un trash che NON è peccato e che si può vivere allegramente (e senza patentini di superiorità) pur di saperlo riconoscere, pur di acquisire la consapevolezza di quando il genio o l’originalità mancano.
Un passo verso la consapevolezza che è valido quanto è interessante, non quanto è bello-invece-che-brutto.

…non vi ho convinto?
Va bene, facciamo così allora: a questo indirizzo troverete uno stralcio esilarante, leggetelo e ho la ragionevole certezza che vorrete approfittare del link in fondo alla stessa pagina con il .pdf dell’intero libro, autorizzato. Va via in una notte.

Alberto Baffa

p.s. nello stesso 29 agosto 2016 ci lasciava anche il grande Gene Wilder… ma questa è un’altra storia.

14125695_10209936887729637_528362416493306706_o

Annunci

2 pensieri su “A mme mmi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...