Didier Lefèvre, Le photographe

Quanti fotografi. Probabilmente impossibile conoscerli tutti. Quelli noti, perché la comunicazione di massa se ne occupa, sono una sparuta minoranza. Anche noi, che ce ne occupiamo più intensamente, conosciamo, ad esempio, tutti i fotografi dell’agenzia Magnum? E quanti stili, quante “impronte” ciascuno di essi, e forse ciascuno di noi, lascia con le sue fotografie. E […]

Gianni Berengo Gardin, studium e punctum?

  A Roma è in corso la mostra fotografica “vera fotografia” (Palazzo delle Esposizioni, dal 19 maggio al 28 agosto 2016). Non provavo una bruciante passione per questo solido fotografo che da ben oltre mezzo secolo racconta l’Italia – e non solo –  ma dopo un primo assaggio agli Scavi Scaligeri a Verona qualche anno fa mi è sembrato doveroso […]

I match fotografici di AFIP: Backhaus vs Galimberti

L’AFIP, Associazione Fotografi Professionisti, ha organizzato una serie di incontri videoregistrati  contrapponendo fotografi di estrazione diversa: Gianni Berengo Gardin e Francesco Cito, Jacopo Benassi e Giovanni Gastel, Oliviero Toscani da solo contro i suoi “nemici” pubblicitari. Molto interessante, anche rispetto al dibattito che si svolge su Pensierifotografici ed intorno ad esso, il confronto tra Maria Vittoria […]

John G. Morris, decano dei photoeditor

“Get the picture” di John G. Morris, una autobiografia che ci presenta 70 anni di fotogiornalismo. A partire dalla “fusione” dei quattro rulli scattati da Robert Capa sulle spiagge della Normandia, dovuta alla fretta di produrre le stampe, e dal salvataggio delle 11 fotografie-simbolo. E poi LIFE magazine di Henry Luce, la fotografia sulla società […]

Sara Lando, ovvero l’uso fotografico della rete

  Ne avevo sentito parlare qua e la, ma si sa, le rete è un frullatore di nomi, non sai mai se il nome che senti ti risuona perché è effettivamente noto ed un talento, oppure semplicemente perché lo incontri spesso. Sara Lando ha perfettamente capito che nell’attuale situazione di mercato e con l’offerta esuberante […]

William Eggleston. La rivoluzione del colore e della banalità

Un’analisi non superficiale del lavoro di William Eggleston conferma che, anche se da più parti è definito banale, in realtà non è banale affatto. O forse è riuscito a fare in modo che il banale divenisse il suo rivoluzionario marchio di fabbrica, proponendo fotografie di straordinaria forza espressiva, talvolta pittoricamente serene, talvolta sconcertanti. La banalità […]

Parlare o tacere di fotografie

Ha senso parlare di una fotografia o il tentativo di esprimere a parole il suo messaggio visivo? Abbiamo sicuramente bisogno, almeno all’inizio del nostro percorso fotografico, di parlare di fotografie per acquisire alcune nozioni base sui principi elementari di composizione ed esposizione (anche solo per imparare a violarli). Ha senso quindi chiedere l’opinione altrui sulle […]