Didier Lefèvre, Le photographe

Quanti fotografi. Probabilmente impossibile conoscerli tutti. Quelli noti, perché la comunicazione di massa se ne occupa, sono una sparuta minoranza. Anche noi, che ce ne occupiamo più intensamente, conosciamo, ad esempio, tutti i fotografi dell’agenzia Magnum? E quanti stili, quante “impronte” ciascuno di essi, e forse ciascuno di noi, lascia con le sue fotografie. E […]

Il vento

Sono ritornato sul luogo del delitto, dopo un anno.  Ho lasciato decantare – per quanto possibile – tutte le sensazioni legate al progetto concluso Giacometti, e mi sono riavvicinato al villaggio di Stampa come si va a trovare un amico con cui  si è condiviso un  intenso ma lontano tratto di vita. Il villaggio mi è sembrato […]

Il dolore.

Sto ascoltando in televisione Massimo Recalcati:  “…la bellezza come qualcosa che sa ospitare il contrario della vita, quindi la dimensione scandalosa della morte… quello che diceva Rothko: per me un’opera d’arte ha senso solo se è capace di entrare in rapporto alla morte, cioè all’assoluto…” Robert De Niro, qualche mese fa in un discorso a […]

In punta di piedi.

Un piccolo sfogo, con la premessa che chi cerca solo cose molto interessanti oggi ha maggior ragione di passare oltre. Mi piace esemplificare le mie fantasticherie con dei disegnini. Nella foto qui sotto, in giallo, la… capacità di intendere fotografia (espressione orribile)  di un fotoamatore basic. In rosso,  quella di un navigato intellettuale che ha […]

il prezzemolo e il megafono

“La vraie éloquence se moque de l’éloquence (la vera eloquenza si fa beffe dell’eloquenza)” Blaise Pascal “Anche i grandi maestri … hanno sempre cercato di dare del fascino alle loro opere, nascondendo la loro arte con molta cura…” Torquato Tasso “E’ molto più difficile essere semplici che non essere complicati, è molto più difficile sacrificare […]

A mme mmi piace

Il 29 agosto del 2016 ci lasciava Tommaso Labranca, secondo Wikipedia uno “scrittore, autore televisivo, conduttore radiofonico, editore e intellettuale italiano”. Chi fosse davvero Labranca ce lo racconta comunque molto meglio Artribune a questo interessante link… e cito: “La cultura dominante: era questo il bersaglio perenne di Tommaso, sempre pronto a smascherarne la superficialità, il conformismo, la vuotezza […]

Spostare i confini

Sto leggendo un testo, e mi imbatto in  un pensiero che mi rimanda ad un altro libro appena finito. Da “Guardare Pensare Progettare – Neuroscienze per il design”,  di Riccardo Falcinelli: “L’eventuale fatica di alcune arti può far parte dell’esperienza artistica, come anche la noia può essere un’esperienza estetica fondamentale. Oggi fatica e noia sono […]